La formazione tecnica ai tempi dell’industria 4.0

Aerei che si progettano senza più prototipi fisici, formazione degli operai con sensori e Visori headset, manutenzione provata in 3D, sono oramai lo standard e ci fanno capire che la realtà virtuale è entrata prepotentemente nelle fabbriche italiane e mondiali. Interessante come si stiano sviluppando sempre più applicativi che simulino la realtà in modo sorprendente, fornendo un’esperienza realistica in particolar modo per quelle attività pericolose o che comunque prevedono importanti oneri per la sicurezza sia in ambito lavorativo che educational.

Michele Toniolo, responsabile della divisione Engineered Products della società, ne ha parlato in un convegno alla Sps di Parma, la fiera dell’automazione industriale organizzata da Messe Frankfurt, che si è tenuta dal 24 al 26 maggio scorsi. «L’industria 4.0 è un’opportunità di creazione di posti di lavoro, a patto però di passare da una nuova formazione – racconta – nei nostri centri gli operai sono formati attraverso un “virtual training” che permette loro di capire il funzionamento di 150 macchine, semplicemente stando dentro una vitual room. Si tratta di strumenti che un percorso scolastico tradizionale non è in grado di fornire, perché gli investimenti sono elevati».

La Fondazione Cultura e Innovazione, da sempre orientata allo scouting di soluzioni innovative in ambito educational, ha trovato e supportato una giovane realtà attiva nel settore della realtà virtuale che promette di rispondere all’esigenza evidenziata da Mr. Toniolo, ovvero di offrire strumentazioni tecnologicamente avanzate per i percorsi didattici tradizionali a costi contenuti e accessibili da una qualunque scuola pubblica o privata, ente di formazione o azienda.

Interessante per gli Istituti Tecnici che si interessano di saldatura, il simulatore in realtà virtuale, un innovativo strumento di formazione che consente di effettuare pratiche di saldatura realistiche in realtà virtuale e utilizzando differenti giunti e tipologie di saldatura nel massimo della sicurezza e senza costi legati a materiali e combustibili.

Il simulatore in realtà virtuale consente di effettuare formazione in modo efficace, veloce, economico e sicuro, consentendo di abbattere i costi di materiale per le esercitazioni e garantendo un training in tutta sicurezza. Il sistema monitora costantemente i parametri di destrezza manuale dell’utente nelle differenti posizioni di saldatura.

La prospettiva immersiva e l’uso di torce di saldatura reali garantiscono un elevato grado di realismo, in particolare per peso, ingombri e dimensioni.

Le principali features sono:

  • Modulo Gestione Utenti
  • Scelta Mano Destra/Sinistra
  • 3 Tipologie di saldatura
  • Oltre 45 Tipologie di giunto
  • 2 Gradi di difficoltà
  • Altezza del piano di lavoro regolabile
  • Monitoraggio dei parametri: Angolo di Lavoro, Angolo di Orientamento, Velocità, Distanza
  • Report istantaneo dell’esercizio
  • Monitoraggio progressi individuali

Questa strumentazione può a ben vedere rientrare all’interno del finanziamento PNSD – AMBIENTI DI APPRENDIMENTO INNOVATIVI, in particolar modo per tutti gli istituti Tecnici Industriali, Elettronici, Istituti Professionali, Poli Tecnologici ed in qualsiasi luogo ove si voglia avvicinare i giovani alla professione di saldatore specializzato. Con i finanziamenti disponibili l’Istituto può dotarsi di almeno due postazioni per permettere l’utilizzo da parte di più operatori contemporaneamente.

Per info su come inserire l’innovativo strumento didattico nei tuoi progetti scolastici, compila il form.

Seguici e condividi